QuiAlbate

Como, trovato grosso petardo inesploso: carabinieri e vigili del fuoco in via Frisia

Botto artigianale potenzialmente pericoloso fatto brillare lunedì mattina dagli artificieri

Petardo inesploso (immagine di repertorio - foto Brindisi Report)

Un grosso petardo inesploso, residuo probabilmente di Capodanno, è stato trovato poco lontano dalla strada in via Frisia ad Albate, quartiere di Como, domenica 6 gennaio 2019 da alcuni cittadini ed è poi stato fatto brillare lunedì mattina dagli artificieri dei carabinieri.
L'allarme è scattato nella serata di domenica: l'ordigno, di fattura artigianale, è stato segnalato da alcuni cittadini alle forze dell'ordine. In via Frisia sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri che hanno appurato la potenziale pericolosità del petardo e hanno deciso di farlo brillare. L'operazione si è svolta nella mattina di lunedì, quando sono intervenuti gli artificieri.
La presenza delle forze dell'ordine non è passata inosservata ai residenti della zona e a chi passava nelle vicinanze.
L'ordigno, che si trovava in una zona distante dalle case ma vicino alla strada come riferito dalle forze dell'ordine, è stato fatto brillare direttamente sul posto con le dovute precauzioni perchè è stato accertato dagli esperti che non aveva un potenziale tale da essere portato in una cava. 
La presenza del petardo verrà ora segnalata in Procura cui spetterà decidere come procedere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autocertificazione per chi si sposta: il modulo aggiornato (il quarto)

  • Dall'ospedale Spata scrive una durissima lettera a Gallera: "I medici non sono stati coivolti nelle decisioni"

  • Il questore di Como chiarisce i casi in cui per la spesa e i farmaci si può uscire dal proprio comune

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 18 aprile

  • Il grido d'aiuto degli infermieri di Como: "Siamo pochi e ci stiamo ammalando"

  • All'ospedale Sant'Anna 20 dipendenti contagiati: sono medici, infermieri e operatrici socio-sanitarie

Torna su
QuiComo è in caricamento