QuiAlbate

Mamme di Albate furiose: i lavori iniziano il primo giorno di scuola e creano il caos

Auto incastrate per colpa di paletti a bordo strada: impossibile attraversare sulle strisce

Iniza la scuola e iniziano anche i lavori: in via Acqnaera, davanti alla scuola Picchi di Albate a Como, nel primo giorno di scuola è stato avviato un cantiere che, nelle intenzioni del settore Viabilità del Comune dovrebbe garantire maggiore sicurezza stradale, soprattutto per gli alunni che attraversano. Per ora, però, quello che il cantiere sembra star garantendo è solo la rabbia delle mamme dei bambini che frequentano la scuola e il caos viabilistico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video girato nella mattina dell'11 settembre 2019 sembra eloquente riguardo ai disagi che si sono venuti a verificare sia per le auto che transitano, sia, soprattutto, per mamme e bambini che non possono nemmeno usare le strisce pedonali per attraversare. Per non parlare dei parcheggi temporaneamente soppressi (dall'11 settembre fino a fine lavori) per garantire l'esecuzione dei lavori. Ma di quali lavori parliamo?

"Hanno posizionato questa serie di paletti ai lati della strada - racconta furiosa Daniela Sacchi, mamma di un alunno della scuola Picchi e membro del consiglio d'istituto - con l'unico risultato di restringere la carreggiata per rallentare il flusso di auto. Peccato, però, che le auto praticamente si incastrano in corrispondenza dell'attraversamento pedonale generando un gran caos".

Cartello limite 30 km coperto dalle piante in via Acquanera

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Basita e altrettanto furiosa un'altra mamma, Sarah Albini: "La scuola è stata chiusa tutta l'estate ma si è scelto di iniziare i lavori proprio con la ripresa dell'anno scolastico. Potremmo anche passarci sopra ma le soluzioni adottate non sembrano affatto garantire la sicurezza stradale che stiamo invocando, anzi, pretendendo da tanto tempo. Basta dire che nel punto dove tempo fa è stato investito un bambino c'è il cartello dell'attraversamento pedonale completamente coperto dalle piante. Questo dà la misura di quanto al Comune stia a cuore la sicurezza dei nostri figli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: emersi nuovi elementi

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • La testimonianza: "In Svizzera il Covid vissuto con coscienza, in Italia la mascherina è più un bavaglio"

  • Come si vive a Como? Ecco le risposte di alcuni abitanti: "Paesaggi bellissimi, ma è una città per vecchi"

  • Como, si sposano i due senzatetto Silvia e Alessandro: il primo incontro fu su una panchina 10 anni fa

  • Eupilio: si cerca Mattia Gandola nel lago, forse annegato

Torna su
QuiComo è in caricamento